HOME - DERMATOLOGIA

Xerosi cutanea

inaridimento della pelle

Xerosi cutanea è il termine tecnico che indica la pelle secca causata da un progressivo inaridimento della pelle: quando la quantità d'acqua nello strato corneo scende al di sotto del 20%, la cute appare arida, secca e disidratata.
Nella pelle secca il normale equilibrio idrolipidico è alterato e quindi l'epidermide si presenta ruvida, arrossata e screpolata, meno resistente agli agenti esterni e facilmente irritabile, spesso accompagnata da prurito e un leggero dolore allo sfregamento.
Se poi la quantità d'acqua scende al di sotto del 10%, il soggetto affetto potrebbe lamentare altri disguidi, quali fastidio, prurito e, nei casi più gravi, anche dolore. La pelle, a causa della xerosi, non appare più elastica e perde la naturale plasticità.
La xerosi cutanea non è una malattia contagiosa, né può evolvere in forme patologiche gravi; tuttavia, la xerosi cutanea potrebbe conseguire a vari disturbi quali, per esempio, la dermatite atopica.
La pelle risponde alla mancanza d'acqua con desquamazioni eccessive, fessurazioni, screpolature e piccole crepe: sono questi i segni tipici con cui si manifesta la xerosi cutanea.
Le squame e le ragadi sono due aspetti morfologici che si manifestano ogni qualvolta compare xerosi cutanea e possono favorire l'insorgere di allergie o irritazioni di altra natura, inoltre la malattia non interessa solo la pelle, ma è un disturbo che può manifestarsi anche a livello della mucosa nasale, orale e a livello oculare.
Le cause principali della malattia (sono
costituzionali, ambientali ( esposizioni eccessive al sole, al vento, al caldo, al freddo, l’utilizzo di saponi non adatti ), professionali ( contatto con solventi e sostanze chimiche irritanti, l’esposizione non protetta al sole e ad altri agenti atmosferici)
condizioni patologiche ( psoriasi, dermatite atopica, ecc )
Ma anche un'alimentazione priva di frutta e verdura, con uno scarso apporto di acqua, può avere un riflesso negativo nella pelle.
Le manifestazioni cutanee della xerosi possono essere alleviate applicando alcuni prodotti cosmetici od erboristici nell'area lesa; la vaselina rappresenta forse la sostanza più adatta a contrastare la xerosi cutanea. Più in generale, comunque, i prodotti anti-xerosi dovrebbero essere formulati con lipidi e sostanze idratanti come collagene e acido jaluronico. I prodotti devono avere anche effetto nutriente ed emolliente, poiché l'utilizzo di detergenti aggressivi  tende ad asportare una parte del film idrolipidico che nutre e protegge la cute; di conseguenza, i saponi e le sostanze irritanti ne alterano la barriera protettiva.

Nim
12/07/2011

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: