HOME - DERMATOLOGIA

L'ittiosi

L’ittiosi volgare è un disturbo dermatologico ereditario in cui le cellule morte della pelle si accumulano in squame spesse e secche sulla superficie della cute. Le squame dovute all’ittiosi volgare possono essere presenti già alla nascita, ma di solito compaiono durante la primissima infanzia; in alcuni casi l’ittiosi volgare scompare completamente per gran parte dell’età adulta, per poi ricomparire in una fase successiva.

La maggior parte dei casi di ittiosi volgare è di lieve intensità, ma in alcuni pazienti il disturbo può essere molto grave; a volte ci possono essere altri disturbi dermatologici associati all’ittiosi volgare, ad esempio la dermatite atopica, che produce la tipica eruzione cutanea.
Le manifestazioni della malattia in genere si concentrano nella zona del tronco e degli altri, ma possono colpire anche il viso.
Per l’ittiosi volgare finora non è stata scoperta alcuna cura, e la terapia mira a tenere sotto controllo il disturbo.L’ittiosi volgare è caratterizzata dall’accumulo cronico di cheratina (una proteina) nello strato superiore della pelle: la cheratina si accumula perché il processo di ricambio della pelle rallenta o è inibito.
La causa più frequente dell’ittiosi volgare è una mutazione genetica di natura autosomica dominante, il bambino si ammala anche se eredita solo una copia del gene malato. I bambini affetti da questo disturbo di solito nascono con una pelle normale, ma iniziano a presentare squame e ruvidità durante i primissimi anni di vita. A volte l’ittiosi volgare può scomparire in età adulta, ma tende poi a ricomparire nelle fasi successive.
Tra le cause non ereditarie ci sono le reazioni ai farmaci, problemi ormonali, il cancro, la carenza nutrizionale e l’insufficienza renale. Queste cause non ereditarie sono più frequenti quando gli adulti sviluppano le squame della pelle, e meno probabili nei bambini ad di sotto di un anno, anche se può essere necessario escluderle.L’ittiosi non causata da anomalie genetiche, la cosiddetta ittiosi acquisita, è molto rara e tende a comparire in età adulta.
I sintomi della malattia di solito peggiorano o sono più pronunciati negli ambienti freddi e secchi e tendono a regredire o addirittura a scomparire negli ambienti caldi e umidi
La terapia può consistere in creme ed unguenti prescritti dal medico, a base di acidi che aiutano a tenere sotto controllo le squame ed aumentano l’idratazione della pelle e, nei casi più gravi, il medico può prescrivere farmaci derivati dalla vitamina A, che fanno diminuire la produzione di cellule della pelle.

Ci possono essere altri trattamenti a seconda della causa di ittiosi, se questa può essere identificata, come per esempio correggere carenze nutrizionali, smettere di prendere o cambiare un farmaco o il trattamento dei problemi ormonali.

Nim
20/03/2012

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: