HOME - DERMATOLOGIA

LE INFEZIONI BATTERICHE E LE MICOSI ESTIVE

Estate: mare, sole, vacanze e piscine.Attenzione però alle insidie. Ma la bella stagione può riservare anche spiacevoli fastidi, virus, funghi e batteri microscopicI, raramente pericolosi, ma molto fastidiosi, che danno luogo a verruche o alle micosi che in questa stagione sono particolarmente frequenti perché le alte temperature ne favoriscono la proliferazione.
La prima cosa da fare è difendersi attivamente attraverso l’utilizzo di ciabatte e teli mare personali, ma se si trascorrono le vacanze in villaggi turistici si possono usare in tutta tranquillità gli asciugamani da spiaggia forniti dalle strutture alberghiere a patto che vengano lavati, come d’altra parte detta la legge, a temperature elevate in lavatrice.
Se si frequenta regolarmente una piscina l’utilizzo dei disinfettanti abituali è sufficiente a proteggere dall’azione di nociva di virus, funghi e batteri, almeno in acqua e a bordo vasca, mentre qualche cautela va presa negli spogliatoi e sotto le docce dove è sempre meglio indossare sempre le ciabatte.
E la prima raccomandazione è sempre la stessa: tenere l'igiene sempre sotto controllo. Al mare, in spiaggia, in piscina o nei parchi acquatici: se avviene una regolare pulizia, non si dovrebbe correre alcun pericolo.
In caso contrario il rischio è quello di contrarre micosi e funghi che possono provocare prurito e macchie sulla pelle
Tra i più comuni è il “piede d’atleta” o tinea pedis, una micosi molto contagiosa che si sviluppa tra le dita del piede e si manifesta con bruciore, arrossamento, screpolature, vesciche e cattivo odore.
Frequenti d'estate anche le candidosi, tuttavia si può tranquillamente tenere addosso il costume umido se si rimane ad asciugarsi al sole dopo il bagno. Invece va assolutamente cambiato se dopo aver nuotato ci si ripara al fresco o ci si allontana dalla spiaggia.
Se invece una piscina non è mantenuta secondo le norme igieniche prestabilite possono proliferare germi che vanno dallo stafilococco aureo al famoso escherichia coli, passando per la legionella.
A parte le dovute norme igieniche da rispettare, anche un'attenta alimentazione può aiutare. Aumentare il consumo di yogurt che contenga Lactobacillus acidophilus, un batterio che produce acido lattico, serve a riequilibrare la ñora intestinale, aiutando l'organismo a difendersi dagli attacchi fungini.
Nel caso si avvertano comunque i sintomi di un'infezione, è buona norma rivolgersi subito ad un medico e qualora non fosse possibile si può chiedere consiglio al farmacista, il quale consiglierà di utilizzare creme allo zolfo e saponi acidi, di evitare l'utilizzo di spugne, di non lavare troppo spesso la zona infetta e di evitare di grattare al fine di non diffondere altrove la micosi.

nim
20/07/2012

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: