HOME - ENDOCRINOLOGIA

LE GHIANDOLE SURRENALI

I surreni (o ghiandole surrenaliche) sono due piccole ghiandole molto complesse, situate sopra i reni e sono deputate alla produzione di alcuni ormoni fondamentali per la vita dell'uomo, ormoni raggruppabili in due diverse classi: le catecolamine (adrenalina, noradrenalina e dopamina), prodotte dalla parte più interna della ghiandola detta midollare e che intervengono nella regolazione della pressione arteriosa e della dinamica cardiaca, e gli ormoni prodotti dalla corticale, cioè la parte più esterna del surrene, tra i quali il cortisolo (implicato nella regolazione degli zuccheri nel sangue e nella risposta allo stress), l’aldosterone (implicato nella regolazione della pressione arteriosa) , gli androgeni.
Gli ormoni prodotti intervengono nella regolazione di diversi processi del corpo umano, come il controllo della pressione arteriosa, il mantenimento dei livelli di sodio e di potassio nel sangue, il controllo della frequenza del battito cardiaco e la capacità di reagire a situazioni di stress.
Le malattie che colpiscono primariamente le ghiandole surrenali possono essere di natura tumorale, cistica, enzimatica, infiammatoria. Il surrene interagisce con molte altre ghiandole, in particolare con l’ipofisi, deputata al suo controllo tramite l’ormone adenocorticotropo (ACTH). Alcune tipologie di disfunzioni possono, quindi, derivare da una disfunzione dell’ipofisi che si riperquote su surrene stesso.
Normalmente le malattie endocrine riguardano uno squilibrio del loro funzionamento (l'ipo o l'iperfunzionalità), e anche le surrenali possono avere dei disturbi correlati, noti come patologie delle surrenali. A seconda se riguardano l'ipo o iperfunzionamento avremo quindi situazioni di ipofunzionamento del surrene e situazioni di iperfunzionamento del surrene.
Le patologie da ipofunzione surrenalica possono essere dovute a una lesione della ghiandola surrenale, come la tubercolosi caseosa, e possono essere organica (in seguito a un'operazione, a un tumore, ecc.) o funzionale (svilupparsi in seguito a un'infezione, a una patologia autoimmune che determina la distruzione della ghiandola surrenale). L'insufficienza acuta è caratterizzata da sintomi come disturbi digestivi, disturbi cardiovascolari e nervosi.
Le patologie da iperfunzione surrenalica, che danno luogo ad iperproduzione di ormoni, sono in genere sostenute da un piccolo tumore benigno detto adenoma che secerne ormoni in modo incontrollato. I sintomi generici a entrambi i sessi sono irsutismo, mentre diverse sono le modificazioni dei caratteri sessuali . Nel caso l'iperproduzione sia dovuta a un processo tumorale o a malattie congenite, si possono riscontrare obesità volto e tronco, alterazioni dermatologiche, ipertensione, osteoporosi, disturbi psichici e genitali.

In caso si sospetti la presenza di una patologia del surrene è indispensabilerivolgersi a uno specialista endocrinologo, che potrà prescrivere esami di laboratorio (test e dosaggi ormonali) mirati e utili a formulare la diagnosi. Se i primi test segnalano la presenza di alterazioni endocrine, si potrà approfondire l’indagine avvalendosi delle varie tecniche diagnostiche strumentali, come la TAC, la risonanza magnetica nucleare e le tecniche di medicina nucleare per poi procedere a cure mirate che possono essere sia di natura farmacologica, ma anche chirurgica.

Nim
02/04/2013

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: