HOME - ENDOCRINOLOGIA

il ritardo costituzionale della crescita

Il ritardo costituzionale di crescita e pubertà (RCCP) è, solitamente, una condizione transitoria che non necessita di alcuna terapia ed ha una prognosi molto buona, sia per quanto concerne la statura definitiva sia per lo sviluppo puberale e la futura capacità riproduttiva.
Nella stragrande maggioranza dei casi (oltre il 90 per cento) la bassa statura di un bimbo è dovuta, molto semplicemente, a ereditarietà.
Si definisce pubertà ritardata l’assenza di comparsa o l’arresto nello sviluppo dei caratteri sessuali secondari ad un età superiore ai 13 anni nelle femmine e ai 14 anni nei maschi. Nella pratica la mancata comparsa del seno a 13 anni nelle femmine o il mancato aumento del volume testicolare a 14 anni nei maschi richiede di effettuare approfondimenti diagnostici al fine di distinguere soggetti che presentano una condizione parafisiologica e benigna come il ritardo costituzionale di crescita e pubertà (RCCP) da adolescenti affetti da patologie che comportano un’alterata produzione ormonale da parte dei testicoli o ovaie .
Si effettuano quindi analisi più approfondite tutte le volte che un bambino aumenta meno di quanto ci si può aspettare dalle proiezioni di crescita della sua famiglia
La valutazione clinica del bambino deve essere preceduta da un’accurata raccolta di dati anamnestici. Gli adolescenti affetti da RCCP presentano un rallentamento della velocità di crescita ed una statura inferiore alla media per l’età cronologica. La diagnosi viene posta escludendo altre cause di ritardo puberale come cause organiche dovute ad un’alterata produzione ormonale, cause nutrizionali e psicologiche. . Alle volte, responsabile del rallentamemento o della mancata crescita può essere una malattia, per esempio asma, un problema cardiaco o intestinale (malassorbimento), squilibri del metabolismo, cure a base di farmaci che interferiscono con la crescita, come cortisone o antibiotici. Eliminate questa cause, la crescita riprenderà e la statura dell'adolescente sarà più meno simile a quella dei coetanei.
In pochissimi casi vi è una effettiva carenza dell’ormone GH: solo in questi casi si prescrive l’ormone della crescita (somatotropo), prodotto sinteticamente. Negli altri casi si potrà invece fornire al bambino un supporto proteico a base di aminoacidi che devono essere prescritti e presi solo su indicazione e monitoraggio del medico specialista.

Nim
28/11/2013

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: