HOME - ANDROLOGIA

ERNIA SCROTALE

Uno dei sintomi principali ed evidenti dell’ernia scrotale è un rigonfiamento nell'addome o all'inguine. Questo rigonfiamento potrebbe essere l'intestino o il suo contenuto che preme sui muscoli addominali. L'ernia inguinale è una condizione in cui il grasso intra-addominale o una parte dell’intestino tenue e a volte anche il crasso, si insinuano attraverso un punto debole nella parte inferiore dei muscoli addominali. L’ernia inguinale, come dice il nome, compare nella zona inguinale, tra l’addome e la radice della coscia.
Le ernie inguinali si dividono in indirette, dirette e strozzate. Le indirette sono congenite e molto più comuni nei maschi a causa del tipo di sviluppo nel grembo materno, poiché durante la formazione del feto a volte l’ingresso del canale inguinale non si chiude correttamente, lasciando una porzione di tessuto particolarmente debole nella parete addominale. Parti di intestino tenue possono scivolare attraverso la zona debole all’interno del canale inguinale, dando origine all’ernia.

L’ernia inguinale diretta invece è causata da una degenerazione del tessuto connettivo dei muscoli addominali, che ne provoca un indebolimento: si verifica in genere nel genere maschile. Un’ernia diretta si sviluppa progressivamente a causa del continuo stress sui muscoli, uno o più dei seguenti fattori possono causare pressione sui muscoli addominali e peggiorare l’ernia: improvvise torsioni, strappi muscolari, sollevamento di oggetti pesanti, tensione da stipsi, aumento di peso, tosse cronica.
Per la diagnosi dell’ernia inguinale, il medico si avvale di un’approfondita anamnesi di una visita medica e a volte di alcuni ausili diagnostici come l’ecografia.
Solitamente è una patologia piuttosto semplice da diagnosticare e il primo trattamento che viene preso in considerazione è la chirurgia.
Negli adulti, le ernie inguinali che si ingrossano o diventano strozzate devono essere trattate chirurgicamente. Nei neonati e nei bambini le ernie inguinali sono sempre operate per prevenire l’incarcerazione. Il tempo di recupero varia a seconda delle dimensioni dell’ernia, della tecnica utilizzata, dall’età e dalla salute del paziente

Anche se l'ernia scrotale in genere non è una malattia mortale, possono però sorgere delle complicanze se non viene curata in modo adeguato. Tra le conseguenze potrebbe esserci una torsione intestinale, che si verifica quando parte dell'intestino si ritorce su se stessa restando isolata dal resto a causa dell'estroflessione. Di conseguenza può formarsi un blocco intestinale, puoi avere dolori addominali, febbre e, se il disturbo non viene trattato tempestivamente, diventa un'emergenza medica.

Redazione Nuovaitaliamedica
03/02/2016

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: