HOME - MEDICINA ESTETICA

Linfodrenaggio manuale

Il linfodrenaggio manuale o drenaggio linfatico manuale (DLM) è una metodica fisiokinesiterapica rigorosa e scientificamente validata in quanto a reale efficacia e utilità. Nel 1892, il chirurgo australiano Winiwarter fu il primo ad utilizzare rudimentali metodiche manuali per il trattamento dei grandi edemi degli arti inferiori.
Bisogna però attendere gli anni '30 per giungere alla felice intuizione del fisioterapista danese Emil Vodder che, assieme alla moglie Astrid, codifica un vero e proprio metodo di trattamento basato su manualità dolci e ripetute, da eseguire sulle vie linfatiche: il linfodrenaggio manuale.
La flebo-linfologia costituisce il settore medico di maggiore utilizzo del DLM, con i migliori risultati terapeutici (elettivamente nel flebolinfedema). Il crescente interesse della cura dell'aspetto esteriore e la salute psico-fisica ha fatto aumentare sempre più le richieste e le applicazioni del DLM nel campo estetico, in particolare nel trattamento dell'inestetismo maggiormente diffuso: la pannicolopatia edemato-fibrosclerotica (PEFS), cosiddetta "cellulite". Questa patologia microvasculo-tissutale a evoluzione sclerotica del pannicolo adiposo sottocutaneo, trova nel DLM il trattamento massoterapico più corretto, efficace e razionale, vista la sua prevalente azione antiedematosa. il DLM del viso costituisce forse la sequenza più piacevole e rilassante per il paziente. Al di là di applicazioni puramente estetiche, si rileva di grande efficacia nel trattamento degli edemi post-chirurgici del volto (post-rinoplastica, blefaroplastica ecc.). Contribuisce inoltre al miglioramento di alcuni problemi microcircolatori come la "couperose" e la rosacea, o di patologia più complesse come l'acne volgare. In queste, come in altre applicazioni estetiche (DLM del tronco, addome ecc.), si sfruttano i seguenti effetti: miglioramento del microcircolo, sedativo-rilassante, trofico cutaneo e sottocutaneo, immunitario.
Da ricorda infine che il DLM rientra a pieno titolo nei programmi anti-invecchiamento cutaneo (antiaging) di viso e corpo, contribuendo al completamento di un armamentario terapeutico medico-chirurgico assai vario e articolato. Fondamentale è la corretta esecuzione del DLM in quanto a manualità, sequenze e tempi di lavoro, realizzabile solo seguendo qualificati corsi teorici-pratici di base e di perfezionamento.


9/18/2005

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: