HOME - TRICOLOGIA

ECZEMA ATOPICO DEL CUOIO CAPELLUTO

ECZEMA ATOPICO DEL CUOIO CAPELLUTO

L' eczema atopico o dermatite atopica è una malattia della pelle e del cuoio capelluto di tipo infiammatorio cronica e molto pruriginosa dovuta a particolari disfunzioni del nostro organismo.
Non si conosce la causa di questa malattia, ma sono probabilmente implicati numerosi fattori: genetici, immunologici, ambientali, allergologici.

Molti studi oggi lasciano pensare che le cause genetiche (la familiarità) sono il fattore di rischio più importante per prevedere lo sviluppo della malattia. Il rischio è direttamente proporzionale al numero di consanguinei diretti affetti.
Le cause allergologiche sono riferite ad una reazione allergica dell'organismo nei confronti di alimenti, ma anche di sostanze che inaliamo e con cui veniamo a contatto
Inoltre la malattia può presentarsi per un'azione irritativa diretta da parte di un detergente.
Infine, va ricordato che anche forti stress emotivi possono essere causa del manifestarsi della malattia.
La manifestazione più frequente è quella dell’eczema classico con arrossamento, vescicole croste e prurito intenso.
Nella fase acuta l'eczema si manifesta con vescicole sulla pelle, che possono rompersi liberando un liquido chiaro.
Successivamente le vescicole cicatrizzano con formazione di croste e infine la pelle diventa via via più secca e più spessa, fino a desquamarsi. L'eczema provoca intenso prurito, che può impedire il sonno e peggiora notevolmente la qualità di vita.
Le parti del corpo più colpite, oltre al capo sono il viso, il collo, la pelle dei gomiti, delle ginocchia, dei polsi e delle caviglie. ad assumere un aspetto particolare.

Il decorso cronico-recidivante,si associa spesso a una storia personale e familiare di malattie allergiche come la rinocongiuntivite allergica o l’asma allergico.. Nella maggior parte dei casi l'eczema atopico insorge precocemente, fra il secondo e il sesto mese di vita, in altri casi, rari, compare in età adulta.
Alcuni bambini guariscono entro il secondo anno di vita, in altri la malattia regredisce alla pubertà, in altri ancora persiste per tutta la vita con fasi di riaccensione e di remissione. In genere la dermatite tende a regredire spontaneamente durante i periodi di soggiorno estivo al mare.
Per la diagnosi di eczema atopico sono importanti un'accurata anamnesi personale e familiare, e la misurazione della quantità di immunoglobuline E (IgE) presenti nel sangue, spesso correlata alla gravità della malattia.
L'eczema atopico è spesso associato ad allergia al latte o agli acari della polvere.

La dermatite atopica si cura con cortisonici e mantenendo la cute protetta e idratata con shampoo curativi specifici. Bisogna quindi evitare l'uso di sostanze irritanti come profumi e cosmetici, non utilizzare sapone sulle parti colpite.

A causa della secchezza e della irritabilità della cute nell'eczema atopico è consigliabile l'uso di prodotti per il cuoio capelluto ad effetto emolliente. Questo deve essere visto come parte integrante e basilare della cura, piuttosto che non come un semplice completamento del trattamento. Studi recenti hanno infatti dimostrato che l'applicazione costante di emollienti porta ad un significativo risparmio di cortisonici topici con le ricadute positive che questo comporta.

La fototerapia con raggi ultravioletti UVB UVA) garantisce buoni risultati e che risultano essere anche molto ben tollerati dai pazienti.

a cura del Centro Medico Eudermico Italiano
26/07/2010

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: