HOME - MEDICINA ESTETICA

I LIFTING TEMPORANEI

Gli interventi di lifting viso temporanei, vanno sempre piu’ di moda sia per l' approccio “leggero” alla chirurgia estetica senza bisturi, sia per la reversibilità di questi minilifting, sia per l’aspetto economico, poichè gli interventi di lifting temporaneo costano notevolmente meno degli altri e sono quindi alla portata di tutti.
Questi interventi vengono effettuato tramite l'introduzione di idrossiapatite di calcio (CaHA), , nome commerciale Radiesse . Si tratta di una sostanza sintetica , l’idrossiapatite di calcio, ioni calcio e fosfato che si trovano anche nel tessuto epidermico, che si presenta in microsfere sospese in un gel acquoso simile per consistenza al dentifricio.
L’idrossiapatite è una sostanza che da oltre 25 anni viene impiegata come sostituto della componente ossea in varie specialità medico-chirurgiche, quali l’ortopedia, la chirurgia maxillo-facciale, l’odontoiatria. Utilizzata, in oltre cinque milioni di pazienti, è contenuta in circa 500 dispositivi medici. La sua biocompatibilità è quindi ampiamente dimostrata e quindi non è necessario nessun test allergologico prima di sottoporsi al trattamento.

Il trattamento, realizzato tramite micro iniezioni sottocutanee della sostanza in questione, è proposto a fini estetici per la correzione delle pieghe nasolabiali e per riempire un viso affossato e svuotato realizzando un effetto di "rialzamento”, risultando particolarmente indicato nel trattamento dei solchi e delle depressioni profonde, e nell’aumento volumetrico degli zigomi.
Radiesse non è un vero e proprio filler come l’acido ialuronico ma una sostanza riassorbibile che stimola la produzione di collagene; al momento dell’introduzione va a dare maggiore volume alla parte del viso trattata grazie all’assorbimento del tessuto osseo e i risultati saranno percebili nella maniera migliore dopo qualche settimana. La procedura è semplice, comoda e indolore in quanto nel prodotto è presente un anestetico (lidocaina 2%)
Il prodotto non è permanente ma completamente biodegradabile dall’organismo umano, per cui il Radiesse è progressivamente metabolizzato dai macrofagi con il meccanismo della fagocitosi ed eliminato totalmente dal corpo. Grazie alla maggiore durata l’effetto del Radiesse arriva ad un anno e sono stati descritti periodi anche più lunghi, dipende dal tipo di paziente e dall’inestetismo su cui si è lavorato, oltre che dalla quantità del prodotto utilizzata.
In Europa il Radiesse è certificato CE per la chirurgia plastica e ricostruttiva, pertanto il filler può essere realizzato esclusivamente da un medico specializzato in chirurgia plastica e ricostruttiva.

NuovaItaliaMedica.it
2/11/2011

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: