HOME - DIETOLOGIA

La dieta anti invecchiamento

Combattere l'invecchiamento con la dieta si può, con un'alimentazione sana e corretta possiamo donarci qualche anno di meno, sia a livello dell'epidermide che a livello cellulare.

I più recenti studi sull’invecchiamento dell’uomo dimostrano come questo dipenda per circa un terzo da fattori genetici e per ben due terzi da fattori ambientali, cioè dal nostro stile di vita.
La medicina anti aging, dunque, imposta le strategie volte a rallentare i processi di invecchiamento su tre diversi fronti contemporaneamente: ripristinare funzioni alterate per mezzo di farmaci o di precursori naturali; ridurre il numero di radicali liberi circolanti attraverso un miglioramento dello stile di vita; aumentare le nostre difese antiossidanti tramite l’introduzione di sostanze ad elevato potere anti radicalico.
Sviluppare una nutrizione antiaging è quindi un ambito di lavoro affascinante e al tempo stesso complicato, che richiede continue ricerche e periodici aggiornamenti, essendo in continuo divenire.

Una delle regole assolute è quella però di introdurre quotidianamente nella nostra dieta gli antiossidanti, sostanze contenute negli alimenti o che produciamo direttamente e che contrastano l'azione dei radicali liberi , molecole capaci di danneggiare le strutture biologiche come pareti cellulari, enzimi, DNA
Tra gli antiossidanti troviamo la vitamina C ( capace di ridurre l' incidenza di patologie relative a cuore, occhi, cancro della faringe, del laringe, dello stomaco e del colon) la vitamina E ( che protegge dalle malattie cardiovascolari ), i carotenoidi ( utili nella prevenzione nei confronti del cancro della vescica, del collo dell’utero e del seno), il selenio e lo zinco. Quindi le indicazioni di base sono quelle di introdurre nei nostri pasti: legumi e cereali integrali, almeno 3 porzioni di pesce, 1 di carne e 2 di latticini alla settimana, verdura e frutta di stagione a volontà.

Le sostanze antiossidanti più potenti sono il resveratrolo ,contenuto nel vino rosso, dotato di spiccate attività antiaggreganti sulla formazione della placca aterosclerotica e sull'aumento del colesterolo HDL; il cumino , la spezia dotata del maggiore potere antiossidante; il licopene contenuto nel pomodoro e nei sui derivati , broccoli e cavoli;l'olio extravergine di oliva ricco di vitamina E; il betacarotene trasformato in vitamina A contenuto in albicocche, carote e peperoni; il selenio presente nel frumento e i suoi derivati, nella soia, nei pesci e nella carne, vitamina C presente negli ortaggi e nella frutta (agrumi, fragole, ribes nero, i frutti rossi, le verdure a foglia scura come broccoli, crescione, spinaci, cavolo, i pomodori e le patate.)

E' quindi fondamentale imparare a variare la qualità degli ortaggi e della frutta, che devono tuttavia essere di stagione, poiché la verdura e la frutta che non è fresca può aver perso una parte del suo contenuto di antiossidanti. E' inoltre buona norma assumere i vegetali a crudo o cuocere le verdure a vapore ,poichè questo processo di cottura li­mita la perdita di antiossidanti al 20% contro il 70% della cottura in acqua. L'utilizzo in cucina di erbe aromatiche è da considerarsi poi provvidenziale poiché esse sono una fonte consistente di antiossidanti già in piccole quantità.
Infine utilizzare come condimento l'olio extra vergine di oliva non può che considerarsi un innegabile beneficio in quanto i suoi fenoli agiscono come antiossi­danti efficaci riducendo sensibilmente il rischio di trombosi.
Ma nella nostra alimentazione anti age non può mancare almeno 3-4 volte alla settimana, il pesce, che oltre a fornire proteine, è un efficace protettore del nostro cuore e delle nostre arterie grazie alla presenza di acidi grassi poliinsaturi della serie Omega.
Gli omega 3 e 6, infatti, riducono i trigliceridi, tengono sotto controllo la pressione arteriosa, proteggono il sistema cardiocircolatorio.

Quindi, anche ora nel periodo estivo, via libera a succhi d'arancia, melanzane, pomodori, peperoni, spaghetti aglio, olio e peperoncino, filetti di pesce al vapore, patate arrosto, melone, sorbetto al limone ed un buon bicchiere di vino e non solo la nostra gola ne trarrà gioia, ma anche il nostro organismo ci ringrazierà!

Nim
7/12/2011

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: