HOME - MEDICINA ESTETICA

La pelle respira a pieno...ossigeno

L’ossigenoterapia è un trattamento soft utilizzato anche in campo estetico, naturale e poco invasivo per ringiovanire il viso in modo dolce, che si effettua diffondendo ossigeno iperbarico e sostanze nutrienti nella pelle, per rivitalizzarla, stimolarla e favorire la microcircolazione.
L’ossigeno viene utilizzato in campo medico perchè aumenta la circolazione sanguigna, migliorando il metabolismo cellulare e accelerando i processi di guarigione.
Il trattamento non è doloroso, il medico utilizza un infusore (una sorta di grossa penna) che applica sulla pelle, alternativamente, un flusso di ossigeno ad alta concentrazione e un siero che contiene principi attivi.
Il principio su cui si basa la metodica è derivato dalla camera iperbarica, dove è stato dimostrato che la pressione di almeno 1,5 Bars determina un aumento dei livelli di ossigenazione della pelle, quindi l’erogazione di ossigeno ad alto flusso, riproduce una sorta di camera iperbarica che da un lato amplifica la concentrazione di ossigeno della cute e dall’altro promuove la veicolazione in profondità dei principi attivi del siero.
La pelle viene nutrita e idratata in profondità, la circolazione migliora e tutte i principi attivi, grazie all’ossigeno, vengono assorbiti meglio e con effetti più duraturi.
I risultati sono visibili già dopo la prima applicazione, infatti il trattamento è particolarmente indicato in vista di una serata importante, di una cerimonia, e perchè no, anche prima della cena di Natale o dei festeggiamenti di Capodanno, perchè l'effetto è davvero sorprendente, ma il top si ottiene programmando un ciclo di interventi ravvicinati nel tempo, per poi proseguire con delle sedute di mantenimento.
Gli effetti indesiderati sono nulli: dopo 15 minuti di seduta circa non si noteranno né rossori, né lividi, né gonfiori, e il paziente potrà riprendere tutte le sue normali attività da subito.

Nim
12/14/2012

Archivio articoli Nim

Gli articoli di nuova italia medica



Ricevi i nostri feed, clicca qui


NUOVAITALIAMEDICA CONSIGLIA DI VISITARE: